Spedizioni e Resi Gratuiti Ottieni 10% di sconto
it

Carrello

Il tuo carrello contiene 0 prodotti

Nessun prodotto nel carrello.
Hero-header-desktop

Inspired By Africa

lgr_sample_artwork-5

Inspired by Africa

“Qualche anno fa mi trovavo in Eritrea, in Africa, vagando per il vecchio magazzino delle importazioni italiane di mio nonno, quando ho scoperto un modello di occhiali da sole dimenticati lì da molto tempo. Queste bellissime forme mi hanno fatto subito tornare in mente il romanticismo di un’era passata e la fusione di due mondi: l’avventura dell’Africa e il glamour della Riviera. Ho cercato quindi i vecchi laboratori artigianali e ho creato una linea catturando quest’eleganza senza tempo…”

Luca Gnecchi Ruscone

portrait_luca gnecchi ruscone_

Luca

In un viaggio del 2005 Luca ha visitato uno dei negozi di occhiali da vista ad Asmara, Eritrea, di proprietà di suo nonno, che visse in Africa dal 1930 al 1970. Lì, ha trovato degli occhiali del periodo coloniale, che erano stati importati dall’Italia cinquant’anni prima. Affascinato dal disegno elegante delle montature, Luca ha portato con sé i pezzi in Italia.
Luca è riuscito a rintracciare gli artigiani che realizzarono questi occhiali e ha iniziato una piccola produzione delle montature autentiche, rispettando i metodi artigianali del passato. La notizia della sua scoperta si è diffusa immediatamente e le richieste per questi esclusivi occhiali da sole si sono moltiplicate all’istante. Molto presto, Luca ha iniziato a venderli nelle boutiques più esclusive d’Europa. Grazie al crescente successo, nel 2008 ha partecipato alla fiera a Parigi, uscendo poi, in un articolo a lui dedicato, sulla prestigiosa rivista Vogue Francia.

VOGUE PARIS

“Elles tiennent autant de l’ACCESSOIRE de mode que de la SAGA familiale: à la manière d’une invitation au voyage, les LUNETTES de soleil de Luca Gnecchi Ruscone déclinent en noir et brun sophistication italienne et nostalgie érythréenne”

Con il successo della prima collezione, realizzata da piccoli laboratori artigianali, Luca Gnecchi recupera antichi saperi che stavano ormai scomparendo e raggiunge, grazie al mix di tradizione e innovazione, un successo internazionale conquistando celebrities del calibro di Tom Cruise, Cristiano Ronaldo, il Principe William, Marion Cotillard, Gigi Hadid, Kate Hudson, Giorgio Armani, Charlotte e Pierre Casiraghi e molti altri.

lgr_sample_artwork-4
Prince William_L.G.R Suez
Celebrity Sightings in New York City – April 23, 2017
CAMPEONATO HIPICO 10052009
SEPIA

Nonno

Nel 1936, il nonno di Luca, Raffaello Bini, fu mandato a Asmara, colonia italiana in Eritrea, dall’Istituto Luce per fotografare gli sforzi bellici. Quando la guerra finì e il suo compito era quasi giunto al termine, Raffaello non fu capace di andarsene dall’Asmara che aveva imparato ad amare. Decise, quindi, di rimanere in qualità di imprenditore. La sua idea era quella di importare dall’Europa l’attrezzatura più sofisticata della fotografia e venderla alla popolazione locale italiana espatriata. Per fare questo, affittò un piccolo negozio nei sobborghi di Asmara e diede vita all’Ottica Bini, dove voleva vendere e sviluppare le pellicole Kodak e le macchine fotografiche Leica.

asmara – faded color

Poco dopo, l’impresa si espanse con l’importazione di montature di occhiali da vista e da sole dall’Italia direttamente dai laboratori in Italia. Negli anni seguenti, il suo negozio conquistò una clientela fedele della comunità italiana locale. Raffaello comunque, da vero imprenditore, vide l’opportunità di creare prodotti anche per la comunità locale africana. Nel 1953, notò che pochi africani indossavano scarpe. Decise così di iniziare a fare sandali di plastica a buon mercato per i locali. Nel 1956, aprì la fabbrica di Scarpe Bini, che in meno di venti anni diventò la più grande fabbrica di scarpe in Africa, producendo più di 12 milioni di sandali all’anno e impiegando più di 1600 lavoratori.

nonno

Nello stesso periodo, incontrò sua moglie Nina e iniziò a costruire una famiglia. la vita per il nonno Bini andava per il meglio. Sfortunatamente, questa fase felice della sua vita arrivò a una fine nel 1974 quando l’Eritrea era al culmine della guerra civile e la colonia italiana era in grave pericolo. Il Signor Bini rimase positivo e fece tutto quello che era in suo potere per rimanere lì, ma alla fine il nuovo governo sequestrò la sua fabbrica e il suo negozio insieme a tutte le sue proprietà. In segno di rispetto, gli fu data l’opportunità di preparare una valigia, ma gli fu anche ordinato di lasciare Asmara quello stesso giorno. Con la sua famiglia a fianco, ritornò in Italia dove rimase per il resto della sua vita.

Screen_Shot_2016-10-04_at_15.37.47_1

New Chapter

Nel 2005, tuttavia, gli fu concesso di tornare a Asmara con il permesso speciale del governo eritreo, per raccogliere tutti i suoi averi. Decise di portare con sé suo nipote.

Questo fu il viaggio che diede vita alla storia di L.G.R.

lgr_sample_artwork-4
3
2
1
giraffe
L.G.R_Handmade-1

Handmade in Italy

Gli occhiali L.G.R sono interamente fatti a mano in Italia da tre famiglie di artigiani, che hanno costruito ogni montatura dall’inizio alla fine utilizzando i metodi tradizionali della produzione per realizzare un prodotto autentico e raffinato.

SCOPRI DI PIÙ